L'ANGOLO DEI GENITORI
 
 
Come affrontare l'inverno in relax
Ricominciamo il lavoro dopo le vacanze senza stress

CHE COS’E’ LO STRESS?
“Sono distrutto”, “Non ce la faccio più”, “Che stress!”: con molta probabilità abbiamo utilizzato espressioni di questo tipo. Senza dubbio lo stress è diventato nella società odierna una vera e propria minaccia, qualcosa da temere e da abbattere. Sappiamo bene in realtà quanto lo stress non possa essere evitato con facilità, del resto non è neppure qualcosa da evitare per forza. Potrebbe suonare strana questa affermazione… in realtà lo stress, in quanto attivazione di reazioni fisiologiche indispensabili all’adattamento del nostro organismo (Hans Selye, 1936), è in grado di svolgere anche funzioni positive nel momento in cui riesce a ottimizzare le prestazioni di una persona per fronteggiare le richieste che provengono dal mondo esterno; quando al contrario qualsiasi condizione o evento esercita sull’organismo una stimolazione eccessiva (per intensità e/o durata), al punto da risultare non sopportabile da parte della persona o difficilmente superabile senza subire uno squilibrio momentaneo oppure permanente, allora in queste situazioni lo stress ha effetti nocivi e può danneggiare il nostro sistema fisiologico compromettendo il personale benessere psicofisico. Si capisce bene quindi che la “soluzione” non è la totale eliminazione dello stress bensì cercare di mantenere il nostro organismo ad un ottimale livello di stress. 

SI PUO' QUINDI PARLARE DI “STRESS POSITIVO “ E “STRESS NEGATIVO”?
Si può parlare di stress positivo-benefico e di uno stress negativo-nocivo, quest’ultimo può creare effetti e problematiche di vario genere (stati ansiosi e depressivi, disturbi psicosomatici, ipertensione, insonnia, stanchezza, calo della concentrazione,…) nel momento in cui non riusciamo a gestirlo adeguatamente. L’intento di ogni individuo dovrebbe essere quello innanzitutto di conoscere e ri-conoscere lo stress e di apprendere a gestire a proprio favore lo “stress positivo” che costituisce il nucleo energetico fondamentale di ogni attività di adattamento. Naturalmente la modalità di reazione allo stress varia da persona a persona dal momento che ognuno reagisce in modo del tutto personale agli eventi. Lo stress quindi non è uguale per tutti. 

COME LA PEDAGOGIA CLINICA E LA PSICOMOTRICITA’ FUNZIONALE INTERVENGONO PER INSEGNARE A GESTIRE L’ANSIA E SUPERARE I MOMENTI DI STRESS?
Nel realizzare l’intervento di aiuto si seguono due principi: uno è quello di creare delle condizioni relazionali positive e l’altro è quello di avere obiettivi funzionali specifici, dal momento che si è appena detto quanto sia soggettiva la reazione alla situazione stressante. L’approccio è di tipo corporeo e olistico dove il corpo è espressione del tutto, infatti presupposto, alla base della pedagogia clinica e della psicomotricità funzionale, è una concezione globale della persona: mente e corpo sono inscindibili e si condizionano a vicenda. Possono essere realizzati incontri individuali e in piccolo gruppo con una cadenza di una volta o preferibilmente due volte alla settimana. La continuità risulta essere fondamentale.

QUALI METODI E TECNICHE VENGONO UTILIZZATE DALLA PEDAGOGIA CLINICA E DALLA PSICOMOTRICITA’ FUNZIONALE?
Le esperienze proposte al singolo o al gruppo si basano su diversi metodi e tecniche di ascolto, consapevolezza e distensione corporea a scopo educativo. Il rilassamento consiste nel rilasciare gradualmente i muscoli distendendo di volta in volta la mente e il corpo e consente di diminuire la tensione e di ritrovare un funzionale stato di benessere. In base alle tecniche proposte è possibile lavorare su singole parti del corpo, su alcuni gruppi di muscoli o sul corpo nella sua interezza con effetti benefici dal punto di vista fisico, psicologico ed emotivo. Molti dei metodi e delle tecniche della pedagogia clinica e della psicomotricità funzionale sono idonee ad aiutare la persona ad affrontare i disagi provenienti dallo stress. Basti pensare al DISCOVER PROJECT, al TRUST SYSTEM, al TOUCH-BALL e al BODY-WORK per favorire la conoscenza e la coscienza topografico-corporea, all’INTER-ART per lo sviluppo della creatività, al TRAINING INDUTTIVO metodo pedagogico clinico di rilassamento volto a fronteggiare specificatamente gli stati di disagio psico-fisico, alle esperienze dinamiche contrattive e decontrattive muscolari, alle esperienze organizzativo-respiratorie, alle tecniche psicomotorio funzionali di tipo tattilo-corporee quali lo PSICOCONTATTO

 QUALE RELAZIONE TRA BAMBINI-STRESS-RILASSAMENTO?
I fattori stressanti possono essere i più vari: frustrazioni, conflitti, ritmi sempre più accelerati, emozioni intense e prolungate che possono coinvolgere l’adulto in ambito familiare, lavorativo, sociale, così come il bambino (a scuola, a casa,…). I bambini che manifestano disagi e problematiche causate dallo stress (disagio psichico, psicosomatico, comportamentale) sono in numero sempre maggiore.  Anche per il bambino quindi opportuni interventi di aiuto volti, attraverso un approccio ludico, al riconoscimento dei propri bisogni e tempi, all’ascolto del proprio corpo e del respiro, alla percezione di stati di contrazione e decontrazione, possono favorire il rafforzamento dell’autostima e della sicurezza emotiva ed il recupero di un benessere e di un equilibrio psico-affettivo-emozionale.

 STUDIO DI PEDAGOGIA CLINICA E PSICOMOTRICITA’ FUNZIONALE
Dott.ssa Alessia Galli                                                                                       
pedagogista clinico,
psicomotricista funzionale (Scuola J. Le Boulch),
counsellor                                                    

 Prevenzione, diagnosi, interventi educativi e psicomotori in aiuto al bambino e alla persona di ogni età.                                                                               

Presso lo studio si realizzano:                                                                                   
-
Percorsi di distensione e rilassamento corporeo (individuali o in piccolo gruppo)
Per adulti.                                                                                                                            
-Laboratori Gioco a… rilassarmi per favorire momenti di distensione, stimolare la concentrazione e sensazioni di calma e benessere attraverso giochi di tranquillità e rilassamento, musica, espressione grafica…                                                                       
Per bambini da 5 a 12 anni.

Presso le scuole dell’infanzia e le scuole primarie si realizzano:                                                                                    -Percorsi formativo-esperienziali per educatori, insegnanti e insegnanti di sostegno:                                                             
Esperienze di rilassamento a scuola”.                                                                           
-
Incontri di sensibilizzazione:                                                                                         
Ben-Essere a scuola: affrontare lo stress nella professione dell’insegnante”.                                            

Email: galli.alessia@libero.it
Per appuntamento: Cell. 333 5026417
Via Verdelli, 5 – Crema                                                                                 
www.studiodipedagogiaclinica.it 

 

 

 

 

 

20/09/2012




 
 
I VOSTRI COMMENTI - 'PER COMMENTARE L'ARTICOLO CLICCA QUI'
NESSUN COMMENTO
 
   ARCHIVIO ARTICOLI
 
 
01/12/2015  Veleni sotto l'albero: attenti a stelle di Natale, candele e decorazioni
24/09/2015  EXPO MILANO
10/09/2015  Viaggio in famiglia: BIMBI SICURI
22/05/2015  Lavarsi molto bene le mani
12/05/2015  Libro di Poesie dei GRANDI CLASSICI per bambini
08/05/2014  L'ostetrica di Hollywood per le mamme di tutto il mondo
01/03/2014  Fratelli amici o rivali?
30/01/2014  Giochiamo con l'acqua...che arriva dal cielo !
03/10/2013  Seggiolino giusto, bimbo sicuro
18/03/2013  Gli incredibili benefici dell'Idrocolonterapia
25/10/2012  Disturbi specifici dell'apprendimento
20/09/2012  Come affrontare l'inverno in relax
11/08/2012  Dolori Mestruali e Nutrizione
04/07/2012  Estate al sole
24/06/2012  ABIO volontari in pediatria
26/05/2012  VISITARE CREMONA IN FAMIGLIA (senza lasciare a casa i piu' piccoli)
10/03/2012  Un po' di chiarezza in psicologia
20/02/2012  Una nonna tutta nuova
06/12/2011  L'economia puo' portare felicita'?
03/11/2011  Preziosissimi denti
25/10/2011  Halloween solidale
22/06/2011  Creme solari 'alla sbarra'
14/06/2011  Campagna della Fondazione Ariel
06/04/2011  Donna e trombosi: un binomio da spezzare
11/03/2011  Nuove armi contro le allergie
04/03/2011  Da donna a donna
11/02/2011  Mamma e Papa' leggono con me
10/01/2011  I bambini e il lutto
21/07/2010  Creme Solari per Bambini?
09/07/2010  10 regole d'oro
20/04/2010  Aiuta la 'cicogna' anche a tavola
03/03/2010  Prevenzione dei tumori: il ruolo dell'alimentazione e degli stili di vita
05/02/2010  Avvocati per i pi¨ poveri
09/01/2010  Come mangiano i nostri bimbi?
10/12/2009  L'Amore e' Questo
05/10/2009  Giochiamo con la musica: a casa e a scuola
22/09/2009  Idee per uno spuntino sano
15/06/2009  Bambini nella societÓ che cambia
02/06/2009  Confessioni di una mamma pericolosa
20/05/2009  Quando una mamma diventa il simbolo di un popolo
11/05/2009  Com'Ŕ la nuova legge contro lo Stalking
21/04/2009  LA differenza
08/03/2009  Leggere insieme: che bello!
04/02/2009  Ambiente sereno in famiglia
04/02/2009  Il relax delle piccole cose di un tempo
28/01/2009  Mamma e papÓ amici? No genitori
12/01/2009  Il Complesso di Edipo: teoria o realtÓ?
11/12/2008  MaternitÓ e Lavoro
29/09/2008  Una gravidanza serena e 'informata'
15/07/2008  Insonnia in gravidanza
13/06/2008  Consigli alla mamma high-tech "Ecco come proteggere i bimbi"
12/05/2008  I genitori influiscono pi¨ della TV sulla cattiva alimentazione dei bambini
08/05/2008  MAMMA
20/03/2008  La Carta dei Diritti dei bambini in ospedale
26/10/2007  Se desideri un bimbo preparati ad accoglierlo