L'ANGOLO DEI GENITORI
 
 
I bambini e il lutto
Un argomento molto delicato...che va affrontato nel modo giusto, ma non ignorato

Come aiutare i bambini in caso di lutto in famiglia? Rispondono gli esperti dello 'Studio Akoè' di Lodi (www.studioakoe.com).

1. Preparandoli e informandoli sufficientemente su quello che sta succedendo, dovrà succedere o è già successo all'interno della famiglia. Se i bambini partecipano agli eventi e vengono informati in maniera semplice e realistica, se comunicano con gli altri familiari, avranno maggiori strumenti per esprimere e interpretare le emozioni e i sentimenti propri e altrui. I bambini non si adattano facilmente alla scomparsa e all'assenza della persona per loro importante, anche quando un discorso sulla morte è stato espresso e condiviso. Bisogna più volte riprendere la storia della malattia, dell'incidente o dell'evento che ha provocato la morte, perché i bambini stessi ripetendola, ritornandoci sopra e ripensandola, si possano appropriare di questa realtà dolorosa.

 

2. Sostenendoli e accompagnandoli passo passo nel percorso di accettazione ed elaborazione della malattia e della morte della persona cara. È bene creare un'atmosfera dove le paure, le domande possano essere espresse e accolte anche se spesso sono formulate in momenti del tutto inattesi. Ciò può realizzarsi solo all'interno di un rapporto affettivo fatto di fiducia, dialogo e condivisione. Non si dovrebbe inibire la loro curiosità, la loro ricerca di risposte, perché in questo modo imparano a confrontarsi con la perdita, a partecipare agli avvenimenti familiari insieme agli altri, a collaborare e a porsi delle domande sulla vita e sulla morte. Naturalmente nel sottolineare l'importanza della comunicazione schietta e sincera s'intende che le considerazioni e le parole debbano essere chiare e semplici, rispondenti all'età e alle capacità di comprensione del bambino, perché una comunicazione intempestiva, confusa e inadatta, può diventare inutile e dolorosa. È anche importante che le parole siano accompagnate da un contatto fisico intenso e caloroso e forse, ancora prima di parlare o di rispondere alle domande dei bambini, sarebbe bene chiedersi cosa pensano loro e successivamente verificare cosa ricordano e provano delle cose che diciamo loro.

 

3. Aiutandoli a esprimere e condividere cosa sta accadendo dentro di loro e non lasciandoli soli nel far fronte a dubbi, confusione, rabbia, aggressività, sensi di colpa, angoscia, sentimenti di abbandono. I bambini hanno bisogno di esprimere a loro modo e coi loro tempi il dolore per la perdita della persona amata e il genitore/familiare capace di dare ascolto al bambino e di fargli esprimere i suoi sentimenti, lascia aperta la possibilità di mentalizzare il dolore.

 

4. Condividendo con loro il ricordo della persona scomparsa. Rievocare la storia del rapporto, le esperienze, le gioie, i dolori, gli avvenimenti, le speranze e le preoccupazioni vissute insieme è un aspetto importante del processo di elaborazione del lutto: fa riemergere ed entrare in contatto con le emozioni e gli affetti, che in seguito possono diventare condivisibili anche con le parole.

 

5. Mantenendo una continuità nelle abitudini del vivere quotidiano. I bambini hanno delle ansietà sulla loro sorte e sui cambiamenti concreti che avverranno in famiglia: "Chi mi porterà a scuola? Chi mi curerà se mi ammalo? Chi mi racconterà le favole? Chi mi riprende a ginnastica? Potremo rimanere in questa casa? Chi ci manterrà?". È utile discutere di questi problemi concreti e reali per tranquillizzarli e rassicurarli su come andrà avanti la loro vita e quella della famiglia.

6. Facendoli sostenere anche dal contesto sociale: parenti, amici di famiglia, scuola, associazione sportiva, parrocchia, scout,... Spesso i bambini incontrano difficoltà nel sociale: ad esempio nella scuola, nei gruppi sportivi e ricreativi che frequentano dove, sentendo la diversità dagli altri, possono provare un senso di inferiorità e di separazione. Basti pensare alla festa del papà o della mamma, che si celebra a scuola e che loro non possono vivere né condividere pienamente con i compagni. Anche per questo motivo alcune volte non dicono cosa è successo in famiglia e scrivono dei pensieri o rispondono alle domande, dicendo delle bugie che negano la realtà, proprio per non sentirsi diversi.

Per saperne di più: Al
tri articoli di approfondimento sul tema del lutto e i bambini 

10/01/2011




 
 
I VOSTRI COMMENTI - 'PER COMMENTARE L'ARTICOLO CLICCA QUI'
NESSUN COMMENTO
 
   ARCHIVIO ARTICOLI
 
 
01/12/2015  Veleni sotto l'albero: attenti a stelle di Natale, candele e decorazioni
24/09/2015  EXPO MILANO
10/09/2015  Viaggio in famiglia: BIMBI SICURI
22/05/2015  Lavarsi molto bene le mani
12/05/2015  Libro di Poesie dei GRANDI CLASSICI per bambini
08/05/2014  L'ostetrica di Hollywood per le mamme di tutto il mondo
01/03/2014  Fratelli amici o rivali?
30/01/2014  Giochiamo con l'acqua...che arriva dal cielo !
03/10/2013  Seggiolino giusto, bimbo sicuro
18/03/2013  Gli incredibili benefici dell'Idrocolonterapia
25/10/2012  Disturbi specifici dell'apprendimento
20/09/2012  Come affrontare l'inverno in relax
11/08/2012  Dolori Mestruali e Nutrizione
04/07/2012  Estate al sole
24/06/2012  ABIO volontari in pediatria
26/05/2012  VISITARE CREMONA IN FAMIGLIA (senza lasciare a casa i piu' piccoli)
10/03/2012  Un po' di chiarezza in psicologia
20/02/2012  Una nonna tutta nuova
06/12/2011  L'economia puo' portare felicita'?
03/11/2011  Preziosissimi denti
25/10/2011  Halloween solidale
22/06/2011  Creme solari 'alla sbarra'
14/06/2011  Campagna della Fondazione Ariel
06/04/2011  Donna e trombosi: un binomio da spezzare
11/03/2011  Nuove armi contro le allergie
04/03/2011  Da donna a donna
11/02/2011  Mamma e Papa' leggono con me
10/01/2011  I bambini e il lutto
21/07/2010  Creme Solari per Bambini?
09/07/2010  10 regole d'oro
20/04/2010  Aiuta la 'cicogna' anche a tavola
03/03/2010  Prevenzione dei tumori: il ruolo dell'alimentazione e degli stili di vita
05/02/2010  Avvocati per i pi¨ poveri
09/01/2010  Come mangiano i nostri bimbi?
10/12/2009  L'Amore e' Questo
05/10/2009  Giochiamo con la musica: a casa e a scuola
22/09/2009  Idee per uno spuntino sano
15/06/2009  Bambini nella societÓ che cambia
02/06/2009  Confessioni di una mamma pericolosa
20/05/2009  Quando una mamma diventa il simbolo di un popolo
11/05/2009  Com'Ŕ la nuova legge contro lo Stalking
21/04/2009  LA differenza
08/03/2009  Leggere insieme: che bello!
04/02/2009  Ambiente sereno in famiglia
04/02/2009  Il relax delle piccole cose di un tempo
28/01/2009  Mamma e papÓ amici? No genitori
12/01/2009  Il Complesso di Edipo: teoria o realtÓ?
11/12/2008  MaternitÓ e Lavoro
29/09/2008  Una gravidanza serena e 'informata'
15/07/2008  Insonnia in gravidanza
13/06/2008  Consigli alla mamma high-tech "Ecco come proteggere i bimbi"
12/05/2008  I genitori influiscono pi¨ della TV sulla cattiva alimentazione dei bambini
08/05/2008  MAMMA
20/03/2008  La Carta dei Diritti dei bambini in ospedale
26/10/2007  Se desideri un bimbo preparati ad accoglierlo