IL BAMBINO
 
 
Zaini piu' leggeri
Niente rischio scoliosi ma meglio fare attenzione

Ricomincia la scuola e i nostri ragazzi si rimettono sulle spalle il peso della cultura. I libri sono sempre più numerosi, gli zaini sempre più pesanti. A molti genitori capita, sollevando lo zainetto scolastico del figlio, di allarmarsi per un peso eccessivo per le forze di un ragazzino. L’interrogativo che tanti genitori si pongono sempre più spesso è se zainetti così pesanti possano “far male”. Sono soprattutto loro (circa il 95%), più di studenti e insegnanti, a ritenere il peso dello zainetto un problema rilevante.

Il carico massimo trasportabile da bambini e ragazzi in età scolare non dovrebbe superare il 15-20% del peso corporeo, anche se purtroppo non esiste una legge in materia. Secondo i dati in possesso di Isico (Istituto Scientifico Italiano Colonna Vertebrale) la maggior parte degli studenti trasporta un carico che va dal 22% al 27,5% del proprio peso corporeo, e alcuni superano addirittura il 30% per almeno un giorno a settimana.

"Rassicuriamo subito i genitori: uno zainetto da solo non provoca alterazioni della colonna vertebrale- spiega il dott. Stefano Negrini, direttore scientifico di Isico – In definitiva la scoliosi non viene per colpa dello zainetto o della cartella, tanto più che questa patologia, diffusa soprattutto tra la popolazione femminile, è da ricondurre soprattutto a cause genetiche e va corretta attraverso un trattamento riabilitativo o, solo nei casi più gravi, il ricorso all'intervento chirurgico. Portare invece per diverse ore, tutti i giorni, uno zaino pesante potrebbe favorire l'insorgere del mal di schiena, soprattutto in quei ragazzi che conducono una vita sedentaria e non hanno un fisico allenato. In base alle nostre ricerche, infatti, il fattore di rischio è da rilevare là dove il carico dello zaino pesante si combina ad un fisico più debole, a volte accompagnato anche da atteggiamenti scoliotici che nulla però hanno a che vedere con la scoliosi, e che possono essere corretti attraverso esercizi di postura e sport". Naturale quindi che chi ha muscoli più allenati e pratica regolarmente sport è poco probabile che soffra di mal di schiena, mentre chi per predisposizione già ne soffre potrebbe peggiorare la propria situazione con un sovraccarico della colonna.

Preoccupazioni dei genitori a parte, lo zaino va scelto con cura, al di là di mode ed estetica e usato con alcune accortezze. Vediamo come.

Il decalogo dello zainetto

Principi

  1. Lo zainetto non deve superare il 10%, massimo 15% del peso corporeo
  2. Lo zainetto deve restare più vicino possibile alla schiena
  3. Il peso dello zainetto deve essere simmetrico
  4. Se il fisico è allenato sopporterà meglio il peso dello zainetto
  5. Non si devono fare sforzi con lo zainetto sulle spalle
  6. Un momento critico è quello in cui si solleva lo zainetto

Regole

  1. Lo zainetto non deve essere troppo grande né pesare troppo: è un po' come un vestito deve essere della misura giusta
  2. Lo zainetto deve avere uno schienale imbottito ma rigido, spallacci morbidi, una maniglia e se possibile cinture addominali
  3. Se possibile riempire lo zainetto in altezza (tasche superiori) o larghezza (tasche laterali) e non in profondità
  4. Le cerniere dell’apertura a soffietto devono quindi essere aperte solo se indispensabile, e richiuse appena possible
  5. La lunghezza delle bretelle deve consentire che lo zainetto sia aderente alla schiena
  6. Il materiale più pesante va sempre messo vicino allo schienale
  7. Nel tragitto tra casa e scuola lasciare lo zainetto a terra (per esempio sull’autobus) o appoggiarlo ad un sostegno tutte le volte che è possibile
  8. Lasciare a casa il materiale non indispensabile, scolastico e non
  9. Non correre con lo zainetto in spalla e non tirare un compagno per lo zainetto
  10. Per mettere lo zainetto in spalla appoggiarlo su un ripiano. Usare entrambe le bretelle.

studi di Isico

27/08/2012




 
 
I VOSTRI COMMENTI - 'PER COMMENTARE L'ARTICOLO CLICCA QUI'
NESSUN COMMENTO
 
   ARCHIVIO ARTICOLI
 
 
11/06/2016  www.babyinviaggio.it
22/09/2015  TV E BAMBINI
08/05/2015  POCHE ORE DI SOLE, TANTA SALUTE
05/03/2014  ATTENZIONE AI MAGNETI
30/01/2014  Cuciniamo per gli uccellini?
08/09/2013  Le brutte sorprese del ritorno a scuola
01/07/2013  ESTATE PRUDENTE
27/04/2013  Allergie nei bambini e negli adulti
17/12/2012  Il pomeriggio dei piccoli 'scolari'
01/11/2012  Pettiniamo i pidocchi!
24/10/2012  Disturbi del linguaggio
27/08/2012  Zaini piu' leggeri
30/04/2012  ETCIU'! E' PRIMAVERA
18/02/2012  FREDDO INTENSO, GELO E NEVE
16/01/2012  Alimentazione giusta per crescere sani
28/12/2011  UNA CASA ACCOGLIENZA PER MAMME E BAMBINI A KABUL
24/11/2011  Psicomotricita': spieghiamoci meglio
04/08/2011  Dal Blog di una maestra
14/06/2011  La culla
18/04/2011  Il succhiotto: il piu' caro amico dei piccoli
14/04/2011  Garibaldi si racconta
10/03/2011  Perche' mio figlio e' sovrappeso?
26/01/2011  La storia dell'universo raccontata da un atomo
30/12/2010  La cucina e' il 'mondo di azzurra'
24/12/2010  L'archeologia diventa gioco
30/11/2010  Ascoltalo e proteggilo
17/11/2010  Amico dentista
30/09/2010  Regala a una bambina una vita libera
16/09/2010  Piccoli libri per bimbi speciali
14/06/2010  Manovre di Disostruzione
07/05/2010  Sostieni una mamma, sostieni il suo futuro
11/02/2010  La salute dell'adulto comincia dal bambino
05/12/2009  TV e PC: pericoli moderni
22/05/2009  Le avventure notturne dei bimbi
07/04/2009  Pappa e felicita'
04/03/2009  Il miglior amico dei bambini
19/02/2009  Insegnare ai bimbi a giocare da soli
29/01/2009  Acetone: i miti da sfatare e i veri rimedi
22/01/2009  Vaccino per il Papilloma. I dubbi di ogni genitore ...
03/11/2008  PREZIOSA VITAMINA D
14/04/2008  CRESCERE IN TRANQUILLITA'
16/02/2008  Nati per leggere
13/11/2007  Diventiamo genitori 'competenti'
26/05/2007  Il pediatra dei nostri sogni č...americano!