IL BAMBINO
 
 
Le avventure notturne dei bimbi
I piccoli dai 3 anni sognano.
Scopriamo cosa e quali emozioni provano

A partire dai tre anni circa, età in cui un bambino può essere in grado di riferire un proprio sogno, i piccoli sognano soprattutto animali (spesso protagonisti di fiabe e cartoni animati a loro dedicati). Gli animali sognati a volte hanno un atteggiamento benevolo nei confronti del bambino, altre volte sono minacciosi. Capita che il bambino sogni anche dei veri e propri mostri che lo vogliano mangiare. Spesso tali mostri sono stati  visti in un film o in un cartone animato (sarebbe opportuno evitare di presentare ai bambini spettacoli caratterizzati da immagini angoscianti e/o cariche di aggressività).

Nel momento in cui un bambino, soprattutto se abbastanza piccolo, racconta un proprio sogno, non sempre è semplice per chi lo sta ascoltando capire quale sia il significato dei personaggi e delle situazioni sognate, che emozioni gli abbiano suscitato, quali i possibili collegamenti con eventi più o meno recenti.

Certo, non esistono ricette generali per capire quale sia il senso di un sogno o di un incubo fatto da un bambino. Ogni sogno è unico nel suo senso come unico è il sognatore. Tuttavia, mamma e papà possono coglierne il significato utilizzando un po’ di intuizione e di immaginazione, provando anche a riflettere sui cambiamenti che stanno interessando il bambino e/o l’intera famiglia.

In generale, infatti, la frequenza dei sogni tende ad aumentare ogni volta che nella vita di un bambino vi sono delle novità o dei cambiamenti importanti, come ad esempio la nascita di un fratellino, un trasloco da una città ad un’altra, l’ingresso alla scuola dell’infanzia o alla scuola primaria. Queste ed altre situazioni non sono sempre facili per i bambini per tutte le implicazioni di carattere emotivo che portano con sé.

A volte succede che i piccoli facciano brutti sogni, anche incubi, ricorrenti. In particolare gli incubi non costituiscono necessariamente un segnale di disagio grave. Spesso sono un modo normale di affrontare alcune situazioni di vita importanti come possono essere i cambiamenti. Se un bimbo fa un incubo può significare che è particolarmente toccato da questi cambiamenti. Gli incubi si verificano solitamente nella seconda parte della notte e sono molto comuni tra i bambini di età inferiore ai sei anni. Vanno diminuendo con il crescere dell’età.

E’importante parlare dei sogni con i bambini, ascoltarne i racconti, essere aperti ed accoglienti. Si potrebbero così creare, per esempio, dei momenti all’interno della famiglia di condivisione in cui tutti, genitori e figli, possano raccontare i propri sogni. E’ un modo per condividere le emozioni che di solito i sogni generano in chi li fa, per confortare e rassicurare nel caso di un brutto sogno ma anche per divertirsi e incuriosirsi (a chi non è mai capitato di fare un sogno bizzarro!). Si può anche invitare il bambino a raccontare il sogno recitandolo oppure rappresentandolo con un disegno oppure trovando un titolo. Un altro modo divertente per far diventare i sogni parte della vita familiare è quello di tenere un diario dei sogni, per osservarne anche a distanza di anni il ricordo e le sensazioni ad essi legate. Sarebbe come riscrivere la storia della famiglia attraverso i sogni dei suoi componenti.

Infine è bene ricordare che anche quando il vostro bambino fa un incubo, dovete insegnargli a leggere positivamente questa esperienza, prima di tutto rassicurandolo e provando a raccontare in maniera diversa il sogno (un mostro si può sempre sconfiggere con un’arma magica!), trovare un finale positivo proprio come se fosse una storia a uso e consumo di tutta la famiglia. L’aspetto più importante è comunque trasmettere ai bambini la sensazione che i sogni hanno un valore positivo, che sono prodotti della nostra mente e soprattutto che se ne può parlare!

Silvia Zaghen
Psicologa a Crema
( Box a lato articolo)

 

 

22/05/2009




 
 
I VOSTRI COMMENTI - 'PER COMMENTARE L'ARTICOLO CLICCA QUI'
NESSUN COMMENTO
 
   ARCHIVIO ARTICOLI
 
 
11/06/2016  www.babyinviaggio.it
22/09/2015  TV E BAMBINI
08/05/2015  POCHE ORE DI SOLE, TANTA SALUTE
05/03/2014  ATTENZIONE AI MAGNETI
30/01/2014  Cuciniamo per gli uccellini?
08/09/2013  Le brutte sorprese del ritorno a scuola
01/07/2013  ESTATE PRUDENTE
27/04/2013  Allergie nei bambini e negli adulti
17/12/2012  Il pomeriggio dei piccoli 'scolari'
01/11/2012  Pettiniamo i pidocchi!
24/10/2012  Disturbi del linguaggio
27/08/2012  Zaini piu' leggeri
30/04/2012  ETCIU'! E' PRIMAVERA
18/02/2012  FREDDO INTENSO, GELO E NEVE
16/01/2012  Alimentazione giusta per crescere sani
28/12/2011  UNA CASA ACCOGLIENZA PER MAMME E BAMBINI A KABUL
24/11/2011  Psicomotricita': spieghiamoci meglio
04/08/2011  Dal Blog di una maestra
14/06/2011  La culla
18/04/2011  Il succhiotto: il piu' caro amico dei piccoli
14/04/2011  Garibaldi si racconta
10/03/2011  Perche' mio figlio e' sovrappeso?
26/01/2011  La storia dell'universo raccontata da un atomo
30/12/2010  La cucina e' il 'mondo di azzurra'
24/12/2010  L'archeologia diventa gioco
30/11/2010  Ascoltalo e proteggilo
17/11/2010  Amico dentista
30/09/2010  Regala a una bambina una vita libera
16/09/2010  Piccoli libri per bimbi speciali
14/06/2010  Manovre di Disostruzione
07/05/2010  Sostieni una mamma, sostieni il suo futuro
11/02/2010  La salute dell'adulto comincia dal bambino
05/12/2009  TV e PC: pericoli moderni
22/05/2009  Le avventure notturne dei bimbi
07/04/2009  Pappa e felicita'
04/03/2009  Il miglior amico dei bambini
19/02/2009  Insegnare ai bimbi a giocare da soli
29/01/2009  Acetone: i miti da sfatare e i veri rimedi
22/01/2009  Vaccino per il Papilloma. I dubbi di ogni genitore ...
03/11/2008  PREZIOSA VITAMINA D
14/04/2008  CRESCERE IN TRANQUILLITA'
16/02/2008  Nati per leggere
13/11/2007  Diventiamo genitori 'competenti'
26/05/2007  Il pediatra dei nostri sogni č...americano!