Stampa Rubrica 

Si terrà sabato 27 maggio la grande Festa di Piazza del Franco Agostino Teatro Festival, che come ogni anno animerà le vie e le piazze di Crema con l'allegria di migliaia di bambini. 'Equilibrio', il titolo della Festa, fa riferimento ad una delle qualità necessarie per il conseguimento della Giustizia, virtù e sfaccettata tematica a cui si è ispirata questa XIX edizione del Franco Agostino Teatro Festival, intitolata proprio "Giusto!" e ormai prossima alla conclusione. La Festa di Piazza rappresenta il momento di restituzione finale del lavoro svolto nei laboratori teatrali che il Franco Agostino Teatro Festival offre alle scuole primarie e secondarie di primo grado del cremasco durante l’anno; quest’anno i laboratori hanno visto la partecipazione record di 64 classi, per un totale di oltre 1200 bambini, ad ognuna delle quali sono state erogate 12 ore di laboratorio da un operatore teatrale esperto. Grazie al prezioso sostegno della Fondazione Cariplo, il Fatf riesce così a portare avanti il proprio impegno di promozione del ruolo pedagogico del teatro e ad offrire percorsi creativi di crescita personale a migliaia di bambini e ragazzi.

La Festa di quest'anno presenta nel suo svolgimento alcune significative novità. In primo luogo, sarà organizzata in due tranches: la prima metà dei bambini si esibirà di mattina (inizio spettacoli previsto alle h. 10.00), mentre la seconda metà si esibirà di pomeriggio (inizio spettacoli previsto alle h. 16.00). In secondo luogo, la Festa sarà ripartita in cinque diversi cortili situati in zone diverse del centro storico della città di Crema: il cortile di Palazzo Clavelli (via Mazzini), il cortile della Casa di Riposo di via Zurla, il cortile della Scuola Manziana (via Goldaniga), il Campo di Marte (via Medaglie d'Oro) e lo spazio Ersaf - ex Stalloni (via Quartierone). In questo modo, per un'intera giornata, la città tutta sarà coinvolta nell'atmosfera di festa. In ciascuno di questi cortili, le classi assegnate, sotto la guida dell'operatore teatrale con cui hanno lavorato, metteranno in scena la coreografia preparata durante l'anno. In tutti i cortili saranno comuni alcune musiche, composte ad hoc da Pietro Dossena, e la storia su cui i bambini baseranno la loro esibizione, una fiaba tradizionale intitolata 'Zic e Zac e l'albero sospeso', raccolta da Rosa Camuna e riscritta dal direttore artistico del Fatf e regista della Festa Nicola Cazzalini. Si tratta della "storia di due bambini che hanno un’idea incredibile per scoprire cosa è “Giusto!”; un’idea straordinaria e impegnativa, come camminare in equilibrio su una fune, ma che li porta ad un accordo chiaro e leggero."

Dopo gli spettacoli, della durata totale di circa 40 minuti per ogni cortile, ogni tranche della Festa si concluderà con una grande parata colorata dalla musica di diverse bande del territorio, dai trampolieri e da altre animazioni: partendo dai cinque cortili, un corteo di bambini, insegnanti e famiglie si sposterà in Piazza Duomo, per un momento di allegria finale durante il quale i bambini canteranno tutti insieme il jingle del Fatf. Si prevede il coinvolgimento di circa 3500 persone. La Festa rappresenta l'appuntamento conclusivo e il cuore pulsante del Festival, che si propone di utilizzare il teatro come mezzo per stare insieme, imparare e fare festa.

 

La fase finale del Festival si concluderà domenica 28 maggio con 'Luce', lo Spettacolo di Chiusura, che quest’anno sarà a cura della Compagnia dei Folli. La Compagnia dei Folli, nata nel 1984, è una compagnia teatrale di Ascoli Piceno che si dedica al teatro di strada e d’immagine, componendo coreografie di grande impatto attraverso l’uso di trampoli, fuoco, danzatori ed attori sospesi. Lo spettacolo si terrà alle 21.30 presso il Campo di Marte e sarà ad ingresso libero, come tutti gli eventi del Fatf. Amici di lunga data del Festival, i Folli tornano a Crema e per proporre al pubblico "un viaggio attraverso la luce, il fuoco, sfere volanti, effetti luminosi, proiezioni su farfalle e su sfere trasparenti, creature dell’abisso leggere e luminose, acrobati leggeri su trapezi e tessuti svolazzanti e luminosi ".

Sponsor unico della serata conclusiva di questa scoppiettante XIX edizione è Banca Mediolanum, che ha accolto la sfida di essere al fianco del Festival nel momento di chiusura in cui vogliamo regalare a tutta la città una serata di magia e di volo. Danilo Carelli, promotore finanziario di Banca Mediolanum, è felice di far parte di questa avventura: “Siamo onorati di essere partecipi di questo importante progetto che coinvolge i bambini e i ragazzi, insieme ai genitori e alle famiglie. Banca Mediolanum è da sempre attenta alle famiglie e ai bambini e questa ci è sembrata fin da subito un’occasione importante per dimostrare la nostra presenza sul territorio. Il Festival è una realtà che ogni anno ci stupisce per il coinvolgimento che riesce a creare intorno al teatro, alla fantasia, e quest’anno alla giustizia. Siamo lieti di essere protagonisti di questo bellissimo evento, a fianco del Festival e insieme a tutta la città.”

La serata di domenica 28 maggio sarà anticipata dalle ore 21.00 da un intrattenimento musicale a cura di Excape Band presso il Campo di Marte. I giovani ragazzi, alunni dell’Istituto Musicale Folcioni, gruppo composto da voce, basso, chitarre e batteria, suoneranno alcuni brani intrattenendo l’arrivo del pubblico e del buio… prima del grande e luminoso spettacolo.

 

 
  10/05/2017